Chiusura stagionale fino al 10 marzo 2018.

Cigno nero – Cygnus atratus

bioparco di siciliaNOME SCIENTIFICO: Cygnus atratus
NOME COMUNE: Cigno nero
REGNO: Animalia
PHYLUM: Chordata
CLASSE: Aves
ORDINE: Anseriformes
FAMIGLIA: Anatidae
GENERE: Cygnus
SPECIE: C. atratus
AREALE: Australia
HABITAT: Laghi e fiumi
CITIES: No
CATEGORIA IUCN: LC


Notizie generali:
Il cigno nero è un uccello acquatico e come tale utilizza l’acqua come luogo di sosta dove potersi nutrire.
È erbivoro e si alimenta di vegetali che preleva immergendo il proprio lungo collo sino a raggiungere i fondali degli specchi d’acqua. Sulla terra ferma si nutre anche di piccoli insetti dal corpo molle.
Il suo nome conferma il colore del piumaggio che è appunto di colore nero, tranne sulle piume remiganti che sono di colore bianco; infatti il nome della specie “atratus” deriva dal latino “atrata/atratus” che significa “vestito a lutto”.
È stato scoperto nei pressi di Perth da alcuni esploratori olandesi nel 1697 ed è l‘uccello australiano più conosciuto, presente anche nella mitologia degli aborigeni. Nidifica tra i canneti, dove la femmina cova per circa un mese dalle 4 alle 8 uova di colore grigio – azzurro, mentre il maschio fa la guardia al nido e si alterna nella cova con la compagna.
Nel cigno nero i legami di coppia sono più deboli rispetto alle altre specie di cigni e spesso le coppie possono essere promiscue. Alla nascita e sino al raggiungimento dell’età adulta, i giovani cigni mantengono un piumaggio assai poco attraente.