Chiusura stagionale fino al 10 marzo 2018.

Daino – Dama dama

bioparco di siciliaNOME SCIENTIFICO: Dama dama
NOME COMUNE: Daino
REGNO: Animalia
PHYLUM: Chordata
CLASSE: Mammalia
ORDINE: Artiodactyla
FAMIGLIA: Cervidae
GENERE: Dama
SPECIE: D. dama
AREALE: Europa, Africa nord/est e Asia Minore
HABITAT: boschi, macchia mediterranea
CITIES: NO
CATEGORIA IUCN: LC


Notizie generali:
Fu introdotto al tempo dei romani e in breve si diffuse dall’Europa meridionale sino all’Africa del Nord e all’Asia Minore.
La femmina pesa circa 50 kg, mentre il maschio 90 Kg. Possiede un manto che durante il corso dell’anno assume due colorazioni o “mute”: nel periodo autunnale di colore grigio-brunastro, in primavera di colore bruno-rossiccio con una striscia nera mediana dorsale che parte dal collo e arriva fino alla coda e con le macchie bianche (pomellature) su schiena e fianchi che si accentuano.
Esiste anche un mantello cosiddetto “varietà melanica” dovuto ad un fattore genetico per il quale alcuni animali alla nascita presentano un mantello molto più scuro quasi bruno-nerastro, sempre pomellato, così da essere definito “nero”.
Sono inoltre note varianti isabelline con pomellatura più evidente su sfondo più chiaro, fino al bianco con iride pigmentato e quindi non albino.
Solo il maschio porta il palco costituito da due stanghe; da esse si diramano due, tre o più punte e che presentano la caratteristica di avere la loro parte terminale palmata, in relazione allo viluppo e all’età dell’animale. Il trofeo cade e ricresce annualmente. Il daino è un erbivoro non molto esigente.