Chiusura stagionale fino al 10 marzo 2018.

Mangusta volpe – Cynictis penicillata

bioparco di siciliaNOME SCIENTIFICO: Cynictis penicillata
NOME COMUNE: Mangusta gialla
REGNO: Animalia
PHYLUM: Chordata
CLASSE: Mammalia
ORDINE: Carnivora
FAMIGLIA: Herpestidae
GENERE:Cynictis
SPECIE: C. penicillata
AREALE: Africa meridionale
HABITAT: Painure aride e semi-desertiche
CITIES: No
CATEGORIA IUCN: LC


Notizie generali:
Questa specie è prevalentemente diurna.
È lunga circa 40 cm e può pesare fino a 900 gr. Il suo nome è dato dal mantello di colore bruno-giallo, ma è anche conosciuta con il termine di “mangusta-volpe”, per il suo viso somigliante ad una volpe, e “penicillata” (dal latino “penicillum”, che significa pennello) per la coda a forma di pennello, terminante con una punta bianca.
Gli occhi sono di colore marrone-arancio. Vive in colonie di circa 20 individui, composte dalla coppia riproduttiva dominante e dalle ultime cucciolate. Come i suricati, con i quali possono anche coabitare, le manguste scavano un complesso sistema di tane dove vivere e rifugiarsi dai predatori. Il maschio dominante marca il territorio e i membri del suo gruppo con le secrezioni derivanti dalla ghiandola anale e con l’urina; infatti, come per i suricati, nel gruppo vige la gerarchia. Il periodo degli accoppiamenti cade tra luglio e settembre, la gestazione dura 2 mesi e dopo tale periodo, verranno alla luce fino a 2 cuccioli, i quali saranno svezzati dopo 10 settimane e raggiungeranno la maturità sessuale a 10 mesi.
La mangusta è carnivora: la sua dieta è costituita soprattutto da artropodi, piccoli mammiferi, formiche e uova.