Chiusura stagionale fino al 10 marzo 2018.

Wallaby dal collo rosso – Macropus rufogriseus

Bioparco di Sicilia - WallabyNOME SCIENTIFICO: Macropus rufogriseus
NOME COMUNE: Wallaby dal collo rosso o Canguro di Benneth
REGNO: Animalia
PHYLUM: Chordata
CLASSE: Mammalia
ORDINE: Diprotodontia
FAMIGLIA: Macropodidae
GENERE: Macropus
SPECIE: M. rufogriseus
AREALE: Australia
HABITAT: Foreste di eucalipto
CATEGORIA IUCN: LC
CITIES: No


Notizie generali:

Il Wallaby fa parte della grande famiglia dei marsupiali, cioè di animali vivipari, le cui femmine sono provviste di mammelle per allattare i piccoli.
Si distingue tuttavia dagli altri vivipari (appartenenti al gruppo dei placentati), perchè i piccoli partoriti sono poco più che embrioni e si nutrono di latte anzichè di placenta. Il Wallaby ha medie dimensioni, può pesare circa 20 Kg ed è alto 90 cm; il maschio è poco più grande della femmina.
Caratteristiche importanti che lo differenziano dagli altri wallaby sono: il naso nero, una striscia bianca sul labbro superiore e la caratteristica colorazione del pelo nella zona del collo di colore rosso-bruno; la restante parte del corpo è di colore grigio scuro.
I Wallaby dal collo rosso non vivono in grandi gruppi; essi amano la vita solitaria, si riuniscono solo se le risorse nutrizionali sono abbondanti. Le femmine, dopo l’accoppiamento, possono avere anche due ovuli fecondati, ma portano alla luce solo un cucciolo alla volta. Il piccolo wallaby si arrampica attraverso la peluria dell’addome materno per raggiungere il capezzolo sistemato all’interno della tasca o marsupio. Qui continuerà il suo sviluppo sino all’età di circa 280 giorni, allorquando sarà pronto ad esplorare definitivamente il mondo esterno.
I Wallaby si nutrono di erba, radici e foglie, soprattutto durante le ore pomeridiane e notturne.