Chiusura stagionale fino al 10 marzo 2018.

Zebra di Grant – Equus quagga boehmi

Bioparco di Sicilia - Zebra di GrantNOME SCIENTIFICO: Equus quagga boehmi
NOME COMUNE: Zebra di Grant o zebra delle steppe
REGNO: Animalia
PHYLUM: Chordata
CLASSE: Mammalia
ORDINE: Perissodactyla
FAMIGLIA: Equidae
GENERE: Equus
SPECIE: E. quagga boehmi
AREALE: Africa
HABITAT: Praterie, savana e steppa
CITIES: No
CATEGORIA IUCN: LC


Notizie generali:

Le zebre, appartenenti alla famiglia degli equidi, si distinguono dai loro simili per il mantello ornato da numerose bande trasversali nere o bruno-rossastre su fondo bianco-giallastro, intercalate, in alcune forme, da altre bande secondarie meno scure.
Il corpo è tarchiato, con collo molto robusto, sormontato da una criniera corta ed eretta.
Si possono distinguere: la zebra di Gravy, la zebra di montagna e la zebra di Burchell o zebra delle steppe. La zebra delle steppe è alta da 120 a 140 cm al garrese; il maschio pesa circa 300 Kg, la femmina circa 250 Kg. Essa si presenta con orecchie piuttosto corte, ciuffo codale ben sviluppato e parte posteriore del dorso attraversata da lunghe fasce, che raggiungono la striscia centrale scura. La striatura diversa è un segno di riconoscimento, paragonabile alle impronte digitali; essa ci può aiutare a distinguere, da lontano, il maschio dalle femmine.
Osservando una zebra da dietro, possiamo notare come lo specchio anale, bianco, presenti una striscia scura che scende verticalmente da sotto la coda; tale stria è sottilissima nel maschio ma molto più larga nella femmina.
Talvolta si pensa alla striatura come ad una forma di mimetismo, ma ciò non vale nella zebra, perché il mimetismo a strisce è utile nel rompere i contorni quando l’animale si trova nell’erba alta o nelle boscaglie; ma dato che questi equidi amano le zone aperte e semiaride, il concetto di mimetismo non è idoneo a loro. Pascolando in luoghi aperti, essi riescono a tenere sotto controllo l’arrivo di predatori.
Importante è la criniera della zebra, tramite la quale si riesce a capire lo stato di salute dell’animale: una criniera eretta è sintomo di un ottimo stato di salute, mentre una criniera ripiegata sul fianco ci indicherà che l’animale è sotto stress. Avendo una dieta a base di vegetali coriacei e ricchi di fibre ed avendo un sistema digerente meno efficace dei ruminanti, le zebre necessitano di molta acqua, e prediligono acqua limpida e pulita.
L’accoppiamento può verificarsi in qualsiasi periodo dell’anno, soprattutto all’inizio della stagione delle piogge. Il maschio testa la ricettività della femmina innalzando e arricciando il labbro e scoprendo i denti. Tale movimento, gli consente di aspirare particelle odorose presenti nell’urina della femmina e stabilisce se essa è ricettiva. L’accoppiamento avviene a cadenza di 2 o 3 ore per un intero giorno. La gestazione dura 12 mesi, al termine della quale nascerà un piccolo che lascerà il gruppo all’età di 2 anni, per poi iniziare a formare il proprio harem.