Chiusura stagionale fino al 10 marzo 2018.

Deinonychus (terriblie artiglio)

Bioparco di Sicilia - deinonychus

FAMIGLIA: Dromeosauridi
INFRAORDINE: Tetanuri
SOTTORDINE: Teropodi
ORDINE: Saurischi


Bipede carnivoro di dimensioni medio piccole, visse nel periodo Cretacico. Aveva una lunghezza variabile da 2 a 4 metri ed alto più di un metro; potevano raggiungere al massimo 75 kg di peso. Deve il suo nome all’affilato e sproporzionato artiglio che armava il secondo dito del piede. Era capace di raggiungere la velocità di 55 km/h. Le zampe anteriori erano forti e muscolose e la mano con tre dita si prestava sicuramente ad avere una funzione di presa. Gli arti posteriori erano caratteristici dei corridori veloci. Il piede possedeva 4 dita: il primo, con probabili funzioni di presa era ridotto quasi ad uno sperone, il terzo e quarto, sui quali appoggiava tutto il peso del corpo, erano lunghi e forti. Il secondo dito aveva invece una struttura del tutto originale infatti terminava con un grosso artiglio curvo “a falcetto” in grado di muoversi con straordinaria mobilità probabilmente per ferire le proprie vittime.