Orario: lun-ven 10:00-14:00 sab-dom 10:00-18:00

Occhio all’Alieno

Cos’è una specie aliena? Viene dallo spazio?

Non viene dallo spazio e cosa sia ve lo spieghiamo subito.
Le specie “aliene” sono quelle che vengono introdotte accidentalmente o volontariamente in un ambiente diverso da quello di origine.
Queste nuove presenze possono causare dei danni all’ambiente circostante, infatti quando i nuovi arrivati si trovano bene e cominciano a riprodursi, minacciano la sopravvivenza delle specie del luogo, talvolta addirittura soppiantandole. In questi particolari casi diventano specie “invasive” e rappresentano una grave minaccia alla biodiversità.
Quali sono le specie invasive e come possiamo riconoscerle? Cosa dobbiamo fare se scopriamo di essere in possesso di una specie cosiddetta aliena?
L’evento (promosso e realizzato da EDUZOO, il gruppo di lavoro degli educatori UIZA) organizzato dal Bioparco di Sicilia che ha aderito al progetto Life ASAP, con la partecipazione del Raggruppamento dei Carabinieri CITES, ha l’obiettivo di informare i cittadini sui problemi legati all’introduzione e alla diffusione delle specie aliene invasive e incoraggiare l’adozione di comportamenti responsabili.
Attraverso il gioco didattico “Occhio all’alieno”, impareremo a riconoscere le specie invasive e saremo in grado di rivolgerci agli enti competenti per la segnalazione dell’alieno, dimostrando così un comportamento da cittadini responsabili, salvaguardando l’ambiente che ci circonda.

Come è andata la giornata?

Alla campagna di sensibilizzazione, insieme agli esperti del Bioparco di Sicilia, hanno contribuito anche i Carabinieri Forestali, sezione CITES e sezione Anticrimine che, congiuntamente, hanno fatto conoscere quali sono quelle specie che hanno invaso i nostri territori, provocando la distruzione degli habitat delle specie autoctone.

La conoscenza delle specie invasive è stata presentata attraverso immagini e attraverso esemplari da poter vedere da vicino, spiegando come si sono diffuse, quali sono le cause volontarie e non, e soprattutto cosa possiamo fare oggi per evitare la loro diffusone e spiegando che tutti possono contribuire alla segnalazione di quelle specie che si ritiene non appartengono ai nostri ambienti naturali.

Tanti i visitatori che hanno partecipato con interesse e curiosità, volendo conoscere quelle specie che si ritenevano facenti parte dei nostri territori, scoprendo invece che erano delle specie Aliene Invasive.

Dalle 10:000 alle 16:00, è stato ricreato un momento didattico attraverso il gioco “Attento all’Alieno”, grazie al quale i bambini hanno potuto conoscere alcune sie specie invasive che altre appartenenti ai nostri ambienti.

La giornata si è conclusa con grande soddisfazione da parte dei visitatori riguardo all’argomento trattato, riferendo che grazie a questa giornata hanno avuto l’opportunità di conoscere una situazione della quale non erano a conoscenza e per molti il semplice gesto di acquistare una comune tartarughina d’acqua dolce per poi liberarla in un ambiente più grande, come un fiume o un laghetto, fosse un gesto normale.