Chiusura stagionale fino al 10 marzo 2018.

Pitone birmano var. albina – Python bivittatus albino

Bioparco di Sicilia - Pitone birmano albinoNOME SCIENTIFICO: Python bivittatus albino
NOME COMUNE: Pitone birmano var. albina
REGNO: Animalia
PHYLUM: Chordata
CLASSE: Reptilia
ORDINE: Squamata
FAMIGLIA: Pythonidae
GENERE: Python
SPECIE: P. bivittatus albino
AREALE: Asia meridionale
HABITAT: Fiumi e Laghi
CITES: Si
CATEGORIA IUCN: VU


Descrizione

Appartiene alla stessa famiglia del pitone birmano, la descrizione e le caratteristiche sono uguali a quest’ultimo, ma con la variante di essere albino. L’albinismo che li caratterizza nell’aspetto è causato da una mutazione genetica che interferisce sulla sintesi di un enzima, detto tirosinasi, che a sua volta influisce sul colore della pelle in quanto responsabile della melanogenesi.

Questa mutazione conferisce all’animale una livrea di colore giallo limone con bande completamente bianche sui lati, in quanto risulta del tutto assente il pigmento nero, colorazione che invece ritroviamo nel pitone bivittato.  Altra caratteristica dell’albinismo è il colore rosso degli occhi. Attualmente sono stati classificati tre diversi tipi di pitone albino, in base alla quantità di pigmento giallo contenuto nella livrea.

C’è quindi l’Albino comune (colorazione giallo limone), l’Albino faded (presenta una colorazione più sbiadita, quasi tendente al color latte) e l’Albino High contrast (contrasto elevato- questa tipologia presenta un maggiore contrasto tra il colore bianco e il giallo, dove il giallo è più color opale).  Sono più aggressivi rispetto ai pitoni birmani.