Chiusura stagionale fino al 10 marzo 2018.

Serpente Citello – Pituophis melanoleucus

Bioparco di Sicilia - serpente citelloNOME SCIENTIFICO: Pituophis melanoleucus
NOME COMUNE: Serpente citello
REGNO: Animalia
PHYLUM: Chordata
CLASSE: Reptilia
ORDINE: Squamata
FAMIGLIA: Colubridae
GENERE: Pituophis
SPECIE: P. melanoleucus
AREALE: America settentrionale
HABITAT: Boschi, campi coltivati, zone montuose.
CITES: No
CATEGORIA IUCN: LC


Descrizione

Questa specie fa parte dei colubridi le sue dimensioni possono variare da 150 cm a 270 cm, a seconda della sottospecie che si considera. Ha occhi grandi e pupilla rotonda, di colore nero. a differenza dei boidi, la testa non è molto distinta dal collo e la corporatura è slanciata.   La livrea ha un colore di fondo chiaro ricoperto da macchie nere , marroni o bruno-rossastro.

Non è una specie particolarmente aggressiva, ma quando viene disturbata, come forma di difesa e per impaurire l’avversario, emette un sibilo ad alta voce, appiattisce la testa e fa vibrare la coda; per riuscire ad emettere il suono fa fuoriuscire l’aria trattenuta nei suoi polmoni con forza.

Questa specie si accoppia in primavera, la femmina depone, in tane di sabbia tra giugno ed agosto, da 3 a 20 uova, le quali si schiuderanno dopo circa 60 – 80 giorni. Si nutre principalmente di ratti, topi, talpe, altri piccoli mammiferi e uova di volatili.